News del 22/05/2014
Ritardi nelle pratiche, il Comune non deve pagare

Articolo il quotidiano Il Messaggero

 

Con le sentenze 2540 e 2538 il Consiglio di Stato, aderendo alla tesi espressa dall'Avvocatura comunale, ha accolto i ricorsi in appello proposti contro le sentenze di condanna dell'amministrazione per inadempimento in ordine alle istanze presentate dai privati per il riconoscimento dell'indennizzo per la riparazione degli immobili danneggiati o distrutti dal sisma. Fino ad oggi il Tar ha riconosciuto, nei numerosi ricorsi presentati dai privati per condannare l'inerzia dell'ente, l'inadempimento soltanto a carico del Comune dell'Aquila, nonostante il fatto che la normativa di riferimento in materia fosse mutata con l'emanazione della legge 134-2012 (legge Barca), con la quale si è stabilita l'istituzione dell'Ufficio Speciale per la ricostruzione che «provvede alla cura dell'istruttoria finalizzata all'esame delle richieste di contributo per la ricostruzione degli immobili privati». Istituzione poi suffragata da una serie di provvedimenti attuativi con i quali si è stabilito che lo stesso Ufficio speciale «autorizza l'indennizzo definitivo». L'avvocato del Comune De Nardis, nel difendere l'amministrazione, ha evidenziato come attualmente l'Ufficio speciale «sia l'unico soggetto (sulla base della normativa statale richiamata) che possiede la competenza, in via esclusiva e tassativa, in ordine all'istruttoria del procedimento volto al rilascio del contributo statale, mentre la competenza amministrativa del Comune si attiva soltanto dopo e in conseguenza dell'autorizzazione di competenza dell'Ufficio Speciale della ricostruzione, dando vita a un secondo procedimento dal contenuto ampiamente condizionato dalla citata autorizzazione, e che soltanto in relazione a tale secondo procedimento il Comune dispone di propria competenza e di (qualche) margine di manovra, da individuare segnatamente nella determinazione delle priorità di intervento e nella distribuzione delle risorse a disposizione. Per il Consiglio di Stato dunque l'Usra è un soggetto avente natura di ente strumentale di scopo dell'amministrazione, essendo organo dotato di propria autonomia e distinto dall'amministrazione comunale».


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it