News del 04/05/2018
Tyco Electronics, investimenti in pericolo

Articolo il quotidiano Il Messaggero

 

SAN SALVO. Un altro tavolo delle trattative naufragato. È quello sul futuro della TE Connectivity (Tyco Electronics) di San Salvo, che impiega circa 200 dipendenti. L'ipotesi più drastica fatta dai sindacati si è concretizzata: un pacchetto di 20 ore di sciopero da spalmare nei prossimi giorni. Quella di ieri è stata una seduta-lampo rispetto alle riunioni-fiume di metà aprile. Non ci sono stati i presupposti per parlare di premio di risultato e investimenti futuri: «Chi si è seduto dalla parte della dirigenza non era in grado di prendere decisioni in merito» è il commento dei sindacati (presenti tra gli altri Carmine Torricella per la Fiom e Arnaldo Schioppa per la Uil). Il prossimo 21 maggio arriverà a San Salvo uno dei maggiori dirigenti europei dell'azienda statunitense che produce componenti per il settore dell'auto e la speranza è quella che aiuti a rimuovere gli ostacoli presenti oggi. Alla fine dello scorso mese di marzo, i lavoratori entrarono in stato d'agitazione perché dopo lunghe attese le trattative sul premio di risultato sono ancora ferme. La preoccupazione maggiore però è il passo indietro riguardo gli investimenti annunciati mesi fa: in campo c'era un progetto che secondo le previsioni più ottimistiche avrebbe potuto portare al raddoppio del capannone con conseguente ricaduta occupazionale. Ora invece la parola d'ordine sembra essere cambiata in risparmio e non se ne conosce il motivo. «Con gli investimenti annunciati - dichiara Schioppa - il futuro sembrava più tranquillo, oggi siamo nell'incertezza». I dipendenti della fabbrica saranno informati dello stallo e suggeriranno loro modalità e tempi dello sciopero.


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it