News del 14/09/2018
Salpa, non c'è l'accordo sul quarto turno
La vertenza dopo i nuovi investimenti dell'azienda alimentare

Articolo il quotidiano Il Centro

 

ROSETO. L'accordo non c'è e la riunione viene sospesa. E' stata questa la decisione del presidente vicario della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, nell'incontro sulla vertenza Rolli-Salpa che si è svolto mercoledì pomeriggio nella sede della Regione a Pescara. Lolli aveva convocato la riunione per presentare una proposta ai vertici aziendali della Salpa e ai sindacati nella quale ci sarebbero garanzie delle ore lavorative per i 450 lavoratori in bilico, dopo lo spostamento del reparto confezionamento ad Alanno. «Il piano industriale della Salpa, presentato alla Regione, prevede un aumento del 30% della produzione nei prossimi 5 anni - dice Lolli - che può portare ovviamente un aumento delle ore lavorate. Questo, oltre alla altre proposte già messe nero su bianco, darebbe garanzia delle ore lavorative a tutti i lavoratori in bilico». In un primo momento la proposta di Lolli era stata apprezzata sia dai vertici aziendali sia dai sindacati, ma al momento della firma del documento qualcosa si è bloccato. «I vertici dell'azienda Salpa hanno proposto di inserire questo in un documento più ampio - aggiunge Lolli - dove ci sono anche altre tematiche come il quarto turno, e su ciò si è riaperta la discussione tra l'azienda e i sindacati, che non sono d'accordo sul quarto turno. A quel punto ho sospeso la riunione e ho detto alle due parti di rivedersi tra loro per cercare di trovare un accordo. Una volta trovato l'accordo riconvocherò una riunione per chiudere questa storia». I sindacati spiegano perché non sono d'accordo sul quarto turno. «Ora capita che il lavoratore debba restare a casa perché non c'è la produzione, dovuta a vari fattori - precisano i sindacati - quindi come si fa a programmare un ciclo continuo se non ci sono garanzie? Noi avevamo apprezzato la proposta di Lolli, ma vediamo difficile trovare un accordo con l'azienda».


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it