News del 10/03/2018
Magneti Marelli, la Fiom protesta per gli straordinari di notte
Fegatelli: «Lasciano i lavoratori a casa e poi si trovano scoperti»

Articolo il quotidiano il Centro

 

SULMONA. Straordinari durante il turno di notte per recuperare le ferie forzate della settimana di maltempo. Succede alla Magneti Marelli di Sulmona, dove i delegati Fiom-Cgil tornano a criticare la gestione della fabbrica che fa capo alla galassia Fca (Fiat Chrysler Automobiles). «Martedì 27 febbraio - fa notare Alfredo Fegatelli, segretario provinciale Fiom Cgil - buona parte del Ducato è stata lasciata a casa in ferie forzate causa neve. In un momento in cui si poteva tranquillamente approfittare per fare una piccola scorta, l'azienda decide di lasciare a casa i lavoratori dimostrando tutta la sua scarsa lungimiranza. Infatti, come volevasi dimostrare, si presenta immediatamente l'occasione che mette in evidenza come queste scelte siano sbagliate. Per far fronte alla richiesta del cliente, che ha deciso da un giorno all'altro di recuperare la produzione persa la scorsa settimana, durante il terzo turno di domenica 4 marzo l'azienda ha chiesto ai lavoratori addetti al Ducato di lavorare in straordinario sabato 3 sul turno di notte». Al sindacato non va giù anche il fatto che in ferie forzate siano stati messi gli addetti alla manutenzione. «Oltre agli addetti alla produzione sono stati comandati a una giornata di ferie forzate anche gli addetti alla manutenzione - aggiunge Fegatelli - in uno stabilimento nel quale i macchinari hanno bisogno di continui interventi. E vista la forzatura di lasciare a casa gli addetti alla produzione, si sarebbe potuto intervenire con la manutenzione per effettuare quei lavori necessari a rendere più produttivi i macchinari. Secondo la Fiom «in questo modo si potrebbero evitare inutili straordinari e si potrebbe dare l'opportunità ai lavoratori di decidere quando usufruire delle proprie ferie». La Fiom conclude ribadendo «che per l'ennesima volta si crea caos che danneggia solo la vera forza di questo stabilimento: i lavoratori». Lo scorso settembre il ricorso agli straordinari aveva riacceso il clima all'interno della Magneti Marelli, nonostante la nuova turnazione avviata sul modello Sulmona. I nuovi turni vedono la riduzione da 18 a 17, con la domenica notte che viene esclusa. Arrivati i nuovi turni, però, sono tornati gli straordinari nello stabilimento. È dunque realtà dall'11 settembre il cosiddetto modello Sulmona, cioè la modifica alla turnazione sul modello americano, arrivata dopo gli scioperi e la firma del contratto il 24 aprile 2017.


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it