News del 07/09/2017
Irplas, il gruppo investe in Val di Sangro
Obiettivo dell'azienda diventare polo mondiale del polipropilene

Articolo il quotidiano Il Centro

 

ATESSA. Un fatturato nel 2016 da 94 milioni di euro, che salirà a 98 milioni secondo la previsione per il 2017. Oltre la metà è generato dal principale settore di attività, che è la produzione di film Bopp per applicazioni speciali, e il restante dalle divisioni Label Tech (etichette roll-fed) e Print tape (nastri adesivi). Questo, in sintesi, è il profilo della Irplas, azienda della Val di Sangro che punta a diventare polo mondiale del polipropilene. Gli stabilimenti sono stati visitati martedì dal sindaco Borrelli, accompagnato dall'assessore comunale alle attività produttive Vincenzo Menna. Ad accoglierli è stato Fausto Cosi, amministratore delegato dell'azienda leader nella produzione di pellicole per imballaggi. L'azienda, che nel 2016 ha ottenuto la certificazione Brc, vanta un'esperienza consolidata in progetti internazionali complessi e si avvale di un team di tecnici specializzati nella progettazione, implementazione e assistenza continuativa in sede. Irplast conta oltre 360 addetti, distribuiti in tre siti produttivi completamente automatizzati: uno a Empoli (Firenze), per la stampa di etichette e nastri adesivi, con una capacità produttiva di oltre 350 milioni di metri quadri, e due ad Atessa, con una capacità produttiva complessiva di 50.000 tonnellate all'anno di film Bopp. Martedì, durante la visita agli impianti, sono stati sottolineati gli importanti risultati conseguiti dall'azienda negli ultimi anni grazie agli investimenti effettuati e alla focalizzazione sull'attività di ricerca e sviluppo, che consente una costante innovazione di prodotto necessaria per competere con successo sui mercati internazionali (l'azienda esporta l'80% della produzione realizzata ad Atessa). L'azienda ha presentato al sindaco Borrelli i programmi futuri, con la prospettiva di ingenti investimenti utili a rafforzare la leadership nello specifico segmento di mercato. Il primo cittadino ha espresso apprezzamento per l'attività svolta e ha ribadito il suo impegno per promuovere Atessa all'interno della Zona Economica Speciale (Zes) con Vasto e Termoli, sottolineando i vantaggi in termini di agevolazioni fiscali e di semplificazione delle procedure burocratiche, per consentire maggiore sviluppo delle attività produttive e dell'occupazione.


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it