News del 31/03/2018
Honeywell, autobus elettrici al posto dei turbocompressori
Visita di una multinazionale russa pronta a riassumere il 30% degli operai

Articolo il quotidiano Il Centro

 

ATESSA. Si chiama Inconex-com una delle speranze per la reindustrializzazione della Honeywell, la fabbrica dei turbocompressori che da lunedì chiude i battenti fino alla dismissione definitiva di macchinari e lavorazioni. Giovedì a visitare lo stabilimento, che secondo un accordo siglato dalla proprietà al Mise sarà ceduto gratuitamente a chi vorrà investire in Val di Sangro con un serio piano industriale, è arrivata una delegazione per conto della multinazionale russa. La Inconex-com opera nel settore petrolifero ed è presente in Asia, Africa, Europa e Paesi dell'Est. Oltre al petrolio la multinazionale si occupa anche di realizzare grandi opere come grattacieli, ponti, stadi. Ad Atessa verrebbe a realizzare autobus elettrici. Per conto dell'azienda russa sono arrivati a visitare lo stabilimento abruzzese il manager delegato Candido Mancaniello e il delegato alle relazioni industriali e istituzionali Giuseppe Moretta, accompagnati dal delegato sindacale Giuseppe De Luca. La prima impressione sull'impianto di 17mila metri quadri, climatizzato e dotato di un sistema di stoccaggio e movimentazione dei materiali completamente automatizzato, secondo quanto riferito dallo stesso De Luca sarebbe stata «ottima». «Siamo pronti a fabbricare autobus elettrici nello stabilimento di Atessa - ha detto ufficialmente il delegato Mancaniello - i prototipi avanzati sono stati già costruiti e le macchine e l'attrezzatura sono già disponibili. Si tratta di un business in espansione con risvolti potenzialmente più che positivi sull'occupazione». «Siamo pronti per avviare l'iter di valutazione da parte della società di advisor (che lavora per conto di Honeywell) - ha riferito Moretta - e anche l'iter del piano industriale». «Questa visita - commenta la Rsu De Luca - è motivo di soddisfazione e di buon auspicio per il futuro della Honeywell, date le potenzialità in tema occupazionale di un progetto che si presenta fortemente innovativo e che può essere realizzato in brevissimo tempo qualora si dia il via libera alla presentazione del piano industriale. Inconex-com ha ribadito la volontà ad assumere nell'immediato il 30% della forza lavoro della Honeywell, secondo gli accordi ministeriali e in una prospettiva di crescita occupazionale vista la richiesta continua sul mercato di autobus elettrici».


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it