Scuola: va difesa la libertà di insegnamento, solidarietà alla Dell’Aria

La Flc Cgil dell'Aquila esprime la propria indignazione per i provvedimenti disciplinari adottati nei confronti della professoressa palermitana Rosa Maria Dell'Aria, colpevole di aver svolto il suo lavoro promuovendo in alunni e alunne l'esercizio del pensiero critico.
Questo provvedimento ci preoccupa perché è una chiara manifestazione di quanto sia a rischio la democrazia nel nostro Paese. La scuola esprime ed esercita libertà democratiche che credevamo di non dover più difendere. La vicenda della professoressa Dell'Aria colpisce al cuore la libertà di insegnamento e si inserisce a pieno titolo in un clima di odio e di repressione che come sindacato che crede nei valori costituzionali non intendiamo accettare.
La Flc Cgil dell'Aquila si unisce al coro di richieste al ministro Bassetti affinché intervenga per la sospensione della sanzione ed invita tutti i lavoratori e le lavoratrici della conoscenza a manifestare il proprio dissenso verso un ulteriore attacco alla scuola pubblica, colpita nel suo mandato più sentito: formare consapevolmente e per dettato costituzionale cittadini e cittadine attive.

 

Miriam Anna Del Biondo, segretaria generale Flc Cgil L'Aquila


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it