Comunicato del 04/06/2013
Precari, contributi e diritti: giornata di mobilitazione a Teramo

La Cgil provinciale, unitamente al Patronato Inca ed alle categorie sindacali NIDIL, FP e FLC, ha indetto per domani, 5 giugno, una giornata di mobilitazione a sostegno dei diritti dei lavoratori iscritti alla gestione separata Inps. A seguito di numerose segnalazioni si è verificato che a molti lavoratori precari (collaboratori a progetto, ricercatori ed assegnisti universitari) l'INPS non ha accreditato correttamente i contributi previdenziali. Questa situazione ha determinato il mancato riconoscimento di indennità di malattia, maternità, assegno di disoccupazione "una tantum", ed inoltre potrà generare problemi nel momento del calcolo delle, già magre pensioni. Ciò è accaduto perché il committente (nella maggior parte dei casi amministrazioni pubbliche) ha omesso, del tutto o parzialmente, di effettuare i versamenti contributivi pur avendo operato, in molti casi, la trattenuta al lavoratore. Tutti i lavoratori interessati, quindi, sono invitati a verificare il proprio estratto conto Inps individuale recandosi presso le sedi del Patronato Inca Cgil della provincia di Teramo, dove sarà anche possibile richiedere eventuali integrazioni di contributi mancanti e rivendicare le prestazioni (quali maternità, disoccupazione, malattia) rifiutate o non correttamente liquidate dall'Inps. Le sedi Inca si trovano a Teramo, Atri, Giulianova, Nereto, Martinsicuro, Montorio, Roseto, Silvi e San Nicolò a Tordino.

Il direttore provinciale Inca Cgil  Mirco D'Ignazio                                La responsabile NIDIL CGIL Teramo Marilena D'Annunzio


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it