La Resistenza e la Linea Gustav: la memoria nei racconti dei giovani

"Dietro ogni articolo della Costituzione, o giovani, voi dovete vedere giovani come voi che hanno dato la vita perché la libertà e la giustizia potessero essere scritte su questa Carta". (Piero Calamandrei)

La memoria come conoscenza del passato e radice del futuro è al centro della prima edizione del progetto "1943-1944 Lungo la Linea Gustav. Resistenza alla guerra - Resistenza per la pace: Ragazzi e Ragazze raccontateci la Storia" che il Sindacato pensionati Cgil Abruzzo Molise e l'Associazione Il Sentiero della Libertà hanno proposto agli studenti delle scuole medie superiori con l'intento di rafforzare la conoscenza di quanto accaduto dopo l'8 settembre del 1943 (Resistenza armata e umanitaria, nascita della Repubblica), paragonandolo ai grandi temi sociali e politici di oggi.

L'obiettivo è favorire la consapevolezza che la pace e la convivenza tra i popoli sono il bene più prezioso. La Linea Gustav da Fronte di guerra a Linea di Pace per l'Europa. Tanti comuni e luoghi dell'Abruzzo e del Molise furono teatro di scontri, eccidi, atrocità che solo la guerra può provocare, ma divennero anche luoghi di accoglienza per antifascisti e prigionieri di guerra fuggiaschi che tentavano di passare la linea Gustav, confine tra Nord e Sud, dall'Adriatico al Tirreno, durante l'occupazione nazi-fascista.

Il progetto ha promosso il protagonismo dei giovani attraverso l'incontro con fonti scritte e orali, per raccontare la storia, costruendo un ideale passaggio di testimone tra il passato e il presente. I giovani del passato (quelli che non ci sono più e quelli ormai vecchi che è possibile incontrare nei nostri paesi) ci indicano un percorso e lanciano una sfida per costruire un'Europa e un mondo di pace.

Hanno aderito i seguenti Istituti: Liceo Scientifico "G. Galilei" Lanciano, Liceo Linguistico "De Titta" Lanciano, Liceo Scientifico "A. Marino" Casoli, Istituto Tecnico Industriale "Mattei" Isernia. Gli studenti e e le studentesse, guidati dai loro docenti, si sono cimentati in una ricerca finalizzata alla conservazione della memoria degli avvenimenti della Seconda guerra mondiale.

Martedì 28 maggio 2019 a Palena, nel Teatro Aventino, dalle 9,30 alle 12,30, con il patrocinio del Comune, si svolgerà l'incontro pubblico di presentazione dei risultati. Parteciperanno gli studenti e le studentesse con i loro docenti, gli storici Nicola Palombaro (IASRIC Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell'Italia contemporanea) ed Edmondo Montali della Fondazione Giuseppe Di Vittorio. In apertura il sindaco di Palena, Claudio D'Emilio, porterà il saluto dell'amministrazione. Condurranno il segretario generale dello Spi Cgil Abruzzo Molise, Antonio Iovito, e la presidente dell'Associazione "Il Sentiero della Libertà" Maria Rosaria La Morgia.


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it