La Cgil per i diritti civili, umani e di tutte le famiglie

Verona sta ospitando in questi giorni il "Congresso mondiale delle famiglie", promosso da un insieme di forze oscurantiste che, da tempo e in molti Paesi, attaccano i diritti civili faticosamente conquistati nel secolo scorso. Per questo, da oggi, la Camera del lavoro Cgil di Pescara ha deciso di esporre sulla sua facciata uno striscione con su scritto: "LIBER.E DI SCEGLIERE". Un segnale fortemente sentito in linea con la mobilitazione che oggi si terrà nella città veneta, per salvaguardare e difendere i diritti civili e umani delle donne e degli uomini, la loro possibilità di autodeterminazione nelle scelte sessuali, affettive e familiari. Per puntare il dito contro l'omofobia, per respingere gli attacchi alla Legge 194, per contestare il decreto legge Pillon che penalizza in primo luogo i bambini e le donne. LIBER.E di SCEGLIERE, e quindi di amare, di essere madri, di lavorare, di accedere a qualsiasi ruolo professionale e politico. Uno striscione e tante battaglie che non si fermeranno a Verona ma continueranno nella pratica quotidiana, dentro e fuori i luoghi di lavoro, per affermare i valori della differenza, dell'autodeterminazione e delle libertà personali. Un impegno di tutti, non solo delle Donne!


per la Segreteria della Camera del Lavoro di Pescara, Alessandra Tersigni


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it