News del 30/11/2018
Senza precari e sconfitti: in piazza per una cultura della solidarietà
I motivi della manifestazione di domani pomeriggio a Montesilvano
Senza precari e sconfitti: in piazza per una cultura della solidarietà

NOI Siamo qui...
per il rispetto e la piena applicazione della Costituzione
per il diritto al lavoro
per la legalità
per il diritto alla salute
per contrastare il decreto sicurezza
per una solidarietà diffusa
                                                                          per una burocrazia accessibile
                                                                          per il diritto ad alloggi dignitosi
                                                                          per il diritto alla mobilità
                                                                          per il rispetto dei diritti delle donne
                                                                          per la giusta cura e tutela dei minori
                                                                          per ..."Un luogo per giocare, un luogo per pregare"
                                                                          per il pane e per le rose
                                                                          ....E non ci fermeremo in piazza...

 

"Siamo qui" è il titolo della manifestazione unitaria promossa da sindacati, associazioni e comitati abruzzesi per rivendicare "pari dignità e pari diritti per una società senza precari e senza sconfitti, che riaffermi e promuova i valori dell'accoglienza, dell'inclusione, della solidarietà e che contrasti le politiche di respingimento e intolleranza nei confronti dei flussi migratori messe in atto dal governo". L'appuntamento è per domani, sabato 1° dicembre, alle ore 14,30 sul lungomare di Montesilvano, all'incrocio tra via Aldo Moro e viale Europa. Da qui il corteo percorrerà le vie della città fino a piazza Diaz, dove verrà "condiviso un momento di riflessione animato anche da video, musiche e danze per un futuro di giustizia solidarietà e pace".
"Noi siamo qui - si legge nel manifesto dell'iniziativa - per il rispetto e la piena applicazione della Costituzione, per il diritto al lavoro, per la legalità, per il diritto alla salute, per contrastare il decreto sicurezza, per una solidarietà diffusa, per una burocrazia accessibile, per il diritto ad alloggi dignitosi, per il diritto alla mobilità, per il rispetto dei diritti delle donne, per la giusta cura e tutela dei minori".

 

L'iniziativa è promossa da Cgil, Cisl, Uil, Cgil Welcome Immigrazione, Anolf Cisl Pescara, Caritas Diocesana Pescara-Penne, Arci, Anpi, Ass. Ananke, Alis Associazione Lavoratori immigrati senegalesi, Nilsa ass. studenti e lavoratori Nigeriani, Salsabil Comunità Araba, Ass. del Bangladesh, Ass. Baobab, Cena - Comunità Eritrea, Auser, Spi Cgil, Deposito dei Segni, Domenico Allegrino Onlus, Rete Oltre il Ponte, Abruzzo social Forum, Articolo Uno-Mdp, Diem 25, Giovani comunisti, Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana, Emergency gruppo Pescara, Ginestra, Lega Ambiente Abruzzo, Rete Artisti.


www.abruzzo.cgil.it ~ info@abruzzo.cgil.it